Un’avventura senza fine: paradossi, verità e meraviglie dell’infinito

La velocità della luce non è infinita, la realtà sensibile non è infinita eppure la nostra mente può concepire l’infinito sia potenziale che attuale. Una breve storia dell’infinito tra arte letteratura e matematica; da Pitagora a Cantor, da Dante a Borges, dalla pittura medievale all’astrattismo: letture, giochi, esperimenti mentali, immagini per mettere in crisi, scombinare le nostre idee di tutto e di parte e scoprire la bellezza dell’infinito.

Caterina Scarpaci è stata docente di matematica nella scuola secondaria di secondo grado dal 1976 al 2011. Ha coordinato corsi di formazione presso la Hewlett Packard e dal 2007 è collaboratrice e membro del comitato tecnico-scientifico del Centro MatNet  presso l’Università degli Studi di Bergamo. Attualmente è anche membro della commissione valutazione laboratori di BergamoScienza.

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

Lascia un commento